• Giugno

    7

    2019
  • 21
  • 0

Dichiarazioni di conformità

 

 

È possibile visualizzare l’elenco completo delle dichiarazioni di conformità effettuate cliccando sulla sezione omonima del menu di navigazione, oppure visualizzare solo quelle relative a un dato impianto selezionando la voce di menu “Impianti” e cliccando sul bottone “Documenti tecnici” presente tra i pulsanti azione.

 

ELENCO DICHIARAZIONI

Analizzando nel dettaglio la vista elenco, è possibile:

  • modificare il numero di elementi visualizzati per ciascuna pagina tramite l’apposito menu a tendina “elementi per pagina”;
  • effettuare ricerche globali sull’intero elenco utilizzando l’apposita barra di ricerca
  • esportare la vista in formato pdf e xls tramite i bottoni sulla destra.

Per effettuare ricerche su una o più colonne della vista, è possibile servirsi dei box di ricerca presenti sulle singole colonne.

Per effettuare operazioni sul singolo documento servirsi degli appositi pulsanti azione (per maggiori dettagli sui pulsanti azione vedi la sez. PULSANTI AZIONE).

PULSANTI AZIONE

Nella schermata di elenco è possibile agire sui dati dell’impianto tramite gli appositi comandi azione mostrati di seguito.

  • Modifica: Consente di apportare modifiche ai dati della dichiarazione.
  • Duplica: Permette di creare una copia della dichiarazione
  • PDF: Apre la sezione di stampa della dichiarazione, consentendo di selezionare le schede di proprio interesse e di generare il pdf.
  • Elimina: Elimina la dichiarazione.

NUOVA DICHIARAZIONE

È possibile generare una nuova dichiarazione di conformità utilizzando i pulsanti rapidi presenti in bacheca (vedi sez. HOME PAGE per maggiori dettagli) oppure premendo il bottone “Nuovo”. Verrà chiesto il settore di interesse per il quale si desidera creare la dichiarazione. Premere “Conferma” per avviare l’inserimento.

Informazioni generali di compilazione

La dichiarazione (con una leggera differenza per la dichiarazione gas UNI 7129 – UNI 7131 con dimensionamento che presenta alcuni elementi in più, vedi sez. DICHIARAZIONE GAS UNI 7129 – UNI 7131 CON DIMENSIONAMENTO) si divide nelle seguenti aree di interesse:

Nella prima scheda, per lo più riepilogativa delle anagrafiche precedentemente selezionate, sarà possibile definire il numero della dichiarazione, la data del documento, eventuali note e, eventualmente, i dati del committente, nel caso in cui sia diverso dal proprietario.

È possibile proseguire con la compilazione della dichiarazione scorrendo in sequenza tutte le schede, attraverso la pressione del bottone avanti posto sulla destra, agli estremi dell’area di lavoro, oppure in modo mirato compilando solo le schede di proprio interesse, cliccando direttamente sulle stesse.

La seconda e la terza scheda consentono di definire la relazione schematica di installazione dell’impianto e i riferimenti al progetto e alle dichiarazioni precedenti e/o parziali.

La quarta scheda consente di definire la relazione tipologica degli apparecchi. Al primo accesso a questa scheda, la tabella risulterà vuota. Sarà possibile inserire un nuovo apparecchio attraverso la pressione del bottone Nuovo che mostrerà la relativa maschera di inserimento.

È possibile selezionare l’apparecchio dagli elenchi forniti dal programma oppure andarne a definire uno personalizzato premendo il bottone azzurro con l’icona a forma di matita e immettendone manualmente la descrizione nella barra di inserimento che comparirà in seguito alla pressione del pulsante.

Una volta definito l’apparecchio, premere il bottone Salva per confermarne l’inserimento.

Una volta che l’apparecchio sarà inserito, comparirà una riga riassuntiva in tabella e sarà possibile modificarne le informazioni premendo il bottone contenente la matita o, eventualmente, eliminarlo premendo il bottone rosso con la x.

Attraverso la quinta scheda è possibile definire la relazione tipologica dei materiali, con un funzionamento analogo a quello della scheda sopra descritta.

La sesta scheda consente di definire tutte le verifiche effettuate.

La settima, relativa al libretto d’uso, mette a disposizione una serie di editor contenenti un testo predefinito che può essere modificato (avvalendosi anche dei bottoni in basso, a sinistra del relativo riquadro), lasciato inalterato o, eventualmente, eliminato. Nel caso si volesse modificare un testo, premere il bottone “salva” sotto al box contenente il testo stesso, una volta completate le modifiche per confermare le stesse. Per annullare le modifiche e ripristinare il testo predefinito, premere il bottone contenente la freccia , alla sinistra del pulsante salva.

L’ottava scheda consente di caricare gli schemi d’impianto e le tavole grafiche. Per caricarli, premere rispettivamente i bottoni “Nuovo schema” e “Nuova tavola”. Per generare il pdf delle tavole grafiche recarsi sulla terza scheda “Stampa”, selezionare con un click le immagini che si desidera stampare (si potrà distinguere le immagini selezionate perché assumeranno un bordino azzurro), specificare eventualmente se includere una o due immagini per foglio e se mostrare eventuali didascalie e premere il bottone “PDF”.

Nella nona scheda è invece possibile caricare ulteriori allegati aggiuntivi.

STAMPA DELLA DICHIARAZIONE

Per stampare la dichiarazione spostarsi sulla decima scheda e selezionare le schede che si desidera stampare. Per stampare l’intera dichiarazione, dal menu a tendina “Seleziona da modello di stampa” selezionare la voce “A – Fascicolo completo”. È possibile memorizzare la dichiarazione tra gli allegati aggiuntivi spuntando la voce in alto a destra “Memorizzare il pdf tra la documentazione dell’impianto”. In questo modo per visualizzare successivamente il documento sarà sufficiente recarsi alla scheda “9.Allegati aggiuntivi” e scaricare il pdf della dichiarazione, evitando così di passare nuovamente dalla scheda di stampa.

Una volta completata la compilazione della dichiarazione, premere in qualsiasi momento il bottone Salva e chiudi per salvare le modifiche ed essere reindirizzati alla vista dei documenti tecnici dell’impianto.

DICHIARAZIONE GAS UNI 7129 – UNI 7131 CON DIMENSIONAMENTO

La dichiarazione del gas UNI 7129 – UNI 7131 con dimensionamento presenta alcune caratteristiche ulteriori rispetto a quanto descritto sopra, di seguito se ne andranno ad analizzare i dettagli.

Inserimento tratti e dimensionamento impianto

Nella quarta scheda della dichiarazione di conformità devono essere indicati i dati relativi ai tratti dell’impianto, così da consentire al programma di effettuare l’opportuno dimensionamento in maniera automatica. In questo caso, a seguito della definizione dei tratti di impianto, le liste di materiali e apparecchi saranno compilate automaticamente, a differenza di quanto avviene per le altre dichiarazioni. Per apportare modifiche a questi elenchi non si dovrà intervenire manualmente su essi ma andare ad apportare le modifiche direttamente ai tratti di impianto definiti.

Al primo accesso a questa scheda la situazione che si presenta è la seguente:

Cliccare sul pulsante grigio contenente la matita del menu azioni, in corrispondenza dell’unico tratto presente, per iniziare a definire i tratti di impianto.

NB: per effettuare la definizione dei tratti di impianto è necessario aver definire la tipologia di gas distribuito in scheda “2. Dichiarazione di conformità”. In caso questo dato non sia stato indicato, alla pressione del bottone modifica verrà visualizzata una maschera di avviso.

La maschera di inserimento del tratto si presenta nel seguente modo:

Cliccare sui bottoni con il simbolo “+” per aprire le varie sezioni e procedere alla compilazione.

Esclusivamente per il primo tratto, sarà chiesto di specificare come informazioni aggiuntive l’origine dell’impianto e il punto di inizio (si ricorda che il punto di inizio è in generale una valvola di intercettazione con presa pressione installata immediatamente a valle del gruppo di misura).

Alla voce Tratto di impianto si dovrà andare a definire obbligatoriamente tutte le caratteristiche specifiche del tratto di tubazione, come il materiale, il diametro e la lunghezza.

Nella sezione Elementi intermedi tratto dovranno essere specificati eventuali elementi come giunti, guaine o valvole intermedie.

L’ultima sezione, Elemento di fine, richiede di descrivere (anche in questo caso obbligatoriamente), l’elemento di chiusura del tratto. Può trattarsi di un giunto di transizione o di un collettore, se la tubazione prosegue, oppure di un elemento terminale come un apparecchio.

Nel caso si selezioni come elemento di fine un apparecchio, sarà necessario specificare tutte le caratteristiche dello stesso, inclusa, obbligatoriamente, la descrizione del locale di installazione. Questo è necessario per poter poi andare a gestire l’aerazione e ventilazione dei singoli locali. Procedere come segue. Selezionare il locale dal menu a tendina “Locale installazione”. Automaticamente, se non sono state specificare altre descrizioni per il locale in uso, la tendina “Descrizione locale” assumerà il valore “Altro”. Immettere una descrizione nella casella di input alla voce “

Premere “Salva modifiche” al termine dell’immissione delle informazioni.

Se il tubo non termina con un apparecchio ma prosegue con un elemento di giunzione o una valvola, in seguito al salvataggio saranno generati altri N tratti in base al numero di diramazioni.

Esempio

A scopo illustrativo sono stati inseriti i tratti di un impianto di alimentazione del gas dal contatore all’apparecchio di tipo A costituito da un piano cottura classico e a una caldaia combinata.

Nella schermata sotto riportata è possibile inserire le informazioni riguardanti il primo tratto dell’impianto in esempio: questo andrà dal rubinetto disposto immediatamente dopo il contatore del gas al primo giunto di transizione. In questo tratto si mantiene costante la portata di gas, il diametro della tubazione e il materiale. Non sono presenti elementi di tratto intermedi.

Il tratto successivo dell’impianto andrà dal giunto appena inserito come elemento conclusivo a quello dopo e sarà costituito da una tubatura in polietilene disposta sotto terra. Il sistema la denominerà automaticamente T11 poiché essa nasce dal tratto T1 precedentemente inserito. Non sono presenti elementi intermedi.

Il terzo tratto dell’impianto sarà costituito da una tubazione di rame con una guaina di protezione e una valvola di intercettazione come elemento conclusivo. Non sono presenti elementi intermedi.

Si passa ora alla parte di tratti all’interno dell’abitazione, più precisamente in cucina.

Il prossimo tratto raccorda la valvola di intercettazione e un Tee a bassa perdita necessario per sdoppiare l’impianto e servire sia il piano cottura che la caldaia. Non sono presenti elementi intermedi.

Per quanto riguarda il collegamento tra Tee e piano cottura si riporta di seguito la compilazione della parte relativa all’elemento di fine tratto. Come si potrà vedere è stato scelto l’apparecchio desiderato e il collegamento necessario per esso.

L’ultimo tratto dell’impianto da inserire nel programma è quello che congiunge il Tee alla caldaia combinata. Non sono presenti elementi intermedi.

Una volta concluso l’inserimento dei tratti, la schermata riepilogativi è la seguente.

Una volta conclusa la definizione dei vari tratti di impianto premere il bottone “Dimensiona” per effettuare il dimensionamento dell’impianto. Se i tratti sono descritti correttamente il programma potrà eseguire la verifica del dimensionamento e ottimizzare in maniera automatica il diametro delle tubazioni.

Ventilazione e aerazione dei locali

Dopo aver compilato opportunamente la sezione relativa ai tratti di impianto, l’elenco dei locali (Scheda 7) sarà aggiornato con l’elenco completo dei locali definiti. Cliccare sul bottone con l’icona a forma di matita per andare a definire, per ogni locale, le caratteristiche dell’aerazione e della ventilazione.

 

Distinta sistema di scarico fumi e fumi

In quest’area sarà possibile descrivere il sistema di scarico dei fumi per ciascun apparecchio definito. Premere, come al solito, il bottone con l’icona a forma di matita per apportare le modifiche.

 

Progettazione grafica dello schema di impianto

Vedi sezione PROGETTAZIONE GRAFICA DEGLI SCHEMI DI IMPIANTO per maggiori dettagli.

© Copyright 2015-2019 by Teknologica Srl
Via Cervese 181/a, 47122 Forlì (FC) P.IVA e CF 03311800407
Capitale sociale: 30.000,00 interamente versato Iscrizione al Registro Imprese di Forlì - Cesena: 03311800407
Termini e condizioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi